Lo spot informativo siamo noi. Referendum 12-13 giugno

In questi giorni sta succedendo di tutto, l’immondizia a Napoli è ridiventata di moda, i candidati a sindaco di Milano si sputano a vicenda, Berlusconi vuole avere più poteri perchè vuol diventare Hulk o Jeeg Robot d’Acciaio e intanto crede di far calare l’attenzione sui prossimi referendum abrogativi 2011.

Il Governo ha cercato di non far passare gli spot informativi ne’ in Rai ne’ a Mediaset. Negli ultimi giorni dopo alcuni rimproveri di Napolitano alle 4 di notte qualcosa è andato in onda, ma oltre il disagio dell’orario c’è da dire che lo spot era anche (volutamente) confusionario.

… allora, ricapitoliamo il tutto:

Il referendum passa se viene raggiunto il quorum.
E’ necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone.
Si vota il 12 e 13 giugno e ricordiamo che il referendum è uno strumento democratico di esercizio della sovranità popolare, sancita all’art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana.

Servono 4 SI per dire NO.

Gli argomenti principali sono:

ACQUA – NUCLEARE – LEGITTIMO IMPEDIMENTO

Servono due SI ai primi due quesiti per non privatizzare l’acqua a favore di multinazionali e imprenditori,  un SI per fermare il nucleare e la costruzione di un bel po’ di centrali in Italia (10 MOTIVI PER ESSERE ANTINUCLEARE) e un altro bel SI per far abrogare il legittimo impedimento voluto da Berlusconi e dal suo governo per non essere giudicato nei processi dove è imputato (in contrasto col principio di uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge sancito dalla costituzione italiana).

I quattro quesiti ufficiali

  • a) referendum popolare n. 1
    Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica. Abrogazione;
  • b) referendum popolare n. 2
    Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma;
  • c) referendum popolare n. 3
    Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme;
  • d) referendum popolare n. 4
    Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.
E adesso un paio di veri video informativi:


Annunci

Informazioni su sognirock

scrivo quello che mi passa per la testa sul mondo e su quello che mi piace (e non)... e ricordate: in tutte le questioni di opinione i miei avversari sono pazzi!
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...